Preparazione del Golden Milk:

per iniziare, prendete un pentolino e versatevi 100 ml. di acqua tiepida. Aggiungete 1/2 cucchiaino di pepe e 35 gr. di curcuma, mescolate per bene aiutandovi con un cucchiaio di legno e fate cuocere il tutto a fiamma bassa, fino a quando il composto non si sarà addensato ed avrà assunto una consistenza cremosa. A questo punto, togliete gli ingredienti dal fuoco, travasate il liquido in un barattolo di vetro con chiusura ermetica e fatelo riposare in frigorifero per almeno due ore. Con questa preparazione avete così ottenuto la pasta di curcuma. 

Ora dovrete passare alla preparazione del latte d'oro. In una terrina, versate poco per volta il latte o latte vegetale (per coloro che fossero intolleranti al lattosio). Aggiungete quindi 1/2 cucchiaino della pasta di curcuma ed incorporate 1 cucchiaio di olio evo. Se vi piacciono i sapori dolci, aggiungete un po' di zucchero di canna o del miele. Spolverate infine con un po' di cannella. Trasferite il composto in un mixer e frullate a velocità media per qualche minuto, così da ottenere una consistenza compatta e spumosa.  Riponete nuovamente in frigorifero e fate raffreddare per un'altra ora.  Per apprezzarne tutti i benefici, è preferibile berlo al mattino a digiuno, oppure prima di andare a dormire, per favorire il riposo notturno.

Curcuma:

La curcuma è una pianta erbacea dal colore giallo-ocra originaria dell'India. La curcuma detta anche zafferano delle Indie ha dei particolari fiori raccolti in spighe, dai quali si estraggono i rizomi che prima di essere utilizzati vengono fatti bollire ed essiccare e poi schiacciati con dei particolari attrezzi che danno vita alla nostra "polvere magica". Definire la curcuma come una polvere magica può sembrare un'esagerazione, ma invece non lo è, se consideriamo le innumerevoli proprietà che possiede!

Proprietà benefiche:

una delle proprietà più sorprendenti della curcuma è l'effetto antitumorale. Questa preziosa pianta, infatti, contrasta l'insorgere della leucemia e di ben otto tipi di tumore che colpiscono colon, prostata, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni e mammelle. Per quanto questa possa sembrare solo una credenza tramandata da secoli dalla tradizione popolare, bisogna tuttavia precisare che è stata di recente confermata da nuove teorie mediche e da un dato reale: in India e più in generale in Asia (il continente dove si consuma più curcuma in assoluto), l'incidenza dei tumori è molto più bassa rispetto al resto del mondo.

La curcuma ha inoltre delle eccezionali qualità antiossidanti, perché in grado di rallentare e quindi combattere l'invecchiamento cellulare.

Oltre a questi benefici, la curcuma ha notevoli proprietà cicatrizzanti, tant'è che l'applicazione dei rizomi di curcuma su ferite, scottature e punture d'insetto velocizza il processo di guarigione.

Se ciò non bastasse, il consumo di curcuma migliora il funzionamento di stomaco ed intestino e per di più aiuta a combattere il colesterolo, poiché facilita lo smaltimento dei grassi in eccesso. Questa erba è inoltre un vero toccasana per tutte quelle persone che hanno problemi di digestione, meteorismo e flatulenza. 

Per tutti gli amanti dei rimedi naturali, la curcuma sostituisce egregiamente antinfiammatori, antisettici e antidolorifici, risultando uno dei rimedi naturali più potenti contro i dolori articolari e l'influenza

Usi in cucina:

la curcuma si presenta come un ottimo insaporitore delle nostre pietanze, poiché ha un gusto molto fresco seppur marcato. La dose giornaliera consigliata ammonta a due cucchiaini da caffè, ma mi raccomando, solo a crudo a fine cottura dei cibi, affinchè non vengano disperse le sue proprietà benefiche e nutritive, ma anche per insaporire salse, yogurt e formaggi freschi. Per facilitarne l'assorbimento e per potenziare la sua efficacia potete abbinarla anche al pepe nero o a un grasso (ad esempio all'olio d'oliva). Inoltre, tra gli sportivi, molto conosciuto è il Golden Milk, una bevanda quasi magica per le sue numerose proprietà terapeutiche, che la rendono propizia anche nelle diete. Per la sua preparazione seguite la ricetta che troverete in questa rubrica.

Controindicazioni:

consumare la curcuma esagerando con le dosi, potrebbe essere controproducente per l'organismo, soprattutto per le persone che soffrono di calcoli biliari. Il suo consumo infatti potrebbe peggiorare il decorso della malattia. Per tutto il resto...sbizzarritevi a realizzare qualche buon piatto e non ve ne pentirete!

- ALIMENTI: info&curiosità                                            ______

      - ananas

      - arance

      - asparagi

      - avocado

      - bacche di goji

      - bietole

      - broccoli

      - carciofi

      - cavolfiore

      - cavolicelli selvatici

      - cavolo cappuccio

      - castagne

      - ceci

      - cetriolo

      - cous cous

      - curcuma

      - farina di ceci

      - farina di mais

      - farro

      - fave fresche     

      - finocchietto selvatico

      - finocchio

      - fiori di zucca

      - germe di grano

      - grano saraceno

      - indivia

      - lattuga

      - limone

      - mandorle

      - melanzane

      - miele

      - miglio

      - origano

      - orzo

      - noci

      - patate

      - piselli

      - pistacchio

      - pompelmo

      - quinoa

      - radicchio

      - semi di anice

      - semi di chia

      - semi di finocchio

      - semi di girasole

      - semi di papavero

      - semi di zucca

      - sesamo

      - spinaci

      - uovo

      - zenzero

      - zucchine

      - zucca gialla

© 2017 by LaCucinaDiFeFè-CucinareFacile       -       Web Designer: GraphicRealTime Comunicazione Visiva       -       TUTTI I DIRITTI RISERVATI