• laCucinaDiFeFè

BULGUR CON ZUCCHINE, POMODORINI E ALGHE ARAME (ricetta vegan)


Conoscete le alghe Arame? Non spaventatevi, non sono cose futuristiche, sono semplicemente piante marine color bruno che vengono raccolte in Giappone, in Perù e nella costa settentrionale del Pacifico, e sono per lo più note rispetto al resto delle altre alghe orientali per il loro sapore universalmente riconosciuto come dolce e delicato. Non voglio scrivere qui un trattato sulle alghe, anche perchè non ho le conoscenze biologiche per farlo - oltretutto sono venuta a conoscenza di questo prezioso alimento solo di recente, nel ritaglio di tempo che dedico appena posso nei miei agognati momenti di libertà e rilassatezza, quando mi intrufolo all'interno del mio negozio biologico preferito e mi aggiro curiosa e speranzosa tra gli scaffali per individuare questo o quel prodotto che possa convincermi all'acquisto! Adoro farlo! E adoro imparare, approfondire, scoprire ciò che è diverso ma non per questo meno buono o meno salutare! Comunque, per tornare alla mia domanda iniziale, queste alghe sono un concentrato di virtù: contengono fino a venti volte di più elementi benefici rispetto alle piante terrestri. Quante cose si vengono a scoprire leggendo bene le etichette dei prodotti! Tra i loro componenti minerali vi sono calcio, rame, ferro, magnesio, potassio e zinco; sono inoltre ricche di vitamine, beta-carotene e iodio. Sono considerate come uno dei migliori adattogeni in natura, perchè possono aiutare a correggere alcuni disturbi del corpo, come ad esempio ridurre l'alta pressione sanguigna. Nel passato sono state utilizzate come rimedio per curare i disturbi degli organi riproduttivi femminili e recenti studi dimostrano la loro efficacia anche per combattere l'impotenza maschile. Una sola controindicazione: visto il contenuto di iodio, l’alga bruna Arame è controindicata in caso di ipertiroidismo e va comunque assunta con cautela anche nei casi di presunta alterata funzionalità della tiroide. Detto ciò, aggiungerle nelle zuppe di verdure o legumi, nelle insalate verdi, o come ho fatto io, in quelle di cereali, è un'ottimo modo per seguire una dieta sana ed equilibrata. Se siete vegani, potrete accompagnarle al seitan, al tempeh o al tofu, oppure semplicemente farle rinvenire una decina di minuti affinchè aumentino il loro volume e cuocerle per circa 15', per poi impiegarle nei modi più diversi che la fantasia vi suggerisce.

Tutte le ricette "vegane" sono in assenza di carne e/o di pesce e senza l'impiego di altri alimenti a base di proteine animali, come uova e formaggi.

Lo sapevate che il bulgur ha un alto contenuto di fibre, è fonte di proteine vegetali, di magnesio - alleato contro la stanchezza - e di fosforo, che contribuisce a sprigionare l'energia del nostro organismo?

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr. di bulgur

  • 1,2 lt. di brodo vegetale

  • 50 gr. di mais

  • 90 gr. di germogli di sioia

  • 8 gr. di alghe Arame biologiche essiccate all'aria

  • 250 gr. di pomodorini ciliegino IGP di Pachino

  • 3 zucchine bianche

  • 50 gr. di rucoletta

  • foglie di rosmarino (q.b.)

  • 3 foglie di basilico

  • 1 spicchio d'aglio

  • il succo di 1/2 limone

  • olio evo

  • sale integrale

Procedimento:

Sciacquate separatamente il bulgur e le alghe sotto l'acqua corrente. Fate rinvenire le alghe in acqua a temperatura ambiente per 10' affinchè aumentino di volume, risciacquatele e fate cuocere a fiamma bassa per 15' in acqua non salata. Spegnete, scolate bene e lasciate intiepidire.

In una pentola a parte, portate ad ebollizione il brodo vegetale o dell'acqua salata, versate il bulgur e cuocete per 15', mescolando un paio di volte. Scolate, trasferite in una capiente insalatiera e condite con due fili di olio evo.

Nel frattempo, lavate e spuntate le zucchine, tagliatele a rondelle non troppo sottili e fatele grigliare in un testo rovente, salando e facendo cuocere 3' a lato a fuoco medio. Condite con aglio a fette, rosmarino fresco abbondante e olio. Lasciate riposare una mezz'oretta. Aggiungetele al bulgur e mescolate.

A parte, lavate i pomodorini, tagliateli in quarti e conditeli con una presa di sale, olio e basilico. Aggiungete anche il mais e i germogli di soia ben sgocciolati e le alghe, quindi mescolate e aggiungete questa insalata al bulgur. Fate insaporire bene. Guarnite con foglioline di rucoletta e mettete in frigo per 1h. Servite freddo con una spruzzata di limone prima di portare in tavola.

E voilà...il vostro bulgur di zucchine, pomodorini e alghe Arame è pronto per essere gustato!

Buon Appetito dalla cucina di Fefè!

Vi è piaciuta questa ricetta? Scrivetemi le vostre impressioni; aggiungete un like e mi raccomando, non dimenticate di condividerla! Seguitemi anche sulla mia pagina Facebook e su Instagram! Grazie!!!

#pomodoriniealghearame #insalatadibulgur #ricettaconalghe #ricettavegana #ricettavegetariana #piattounico #piattifreddi #ricettasalutare #ricettaetnica #lacucinadiFeFè

© 2017 by LaCucinaDiFeFè-CucinareFacile       -       Web Designer: GraphicRealTime Comunicazione Visiva       -       TUTTI I DIRITTI RISERVATI