• laCucinaDiFeFè

CANEDERLI ALLA BARBABIETOLA (O RAPA ROSSA)


Avete presente quando per entusiasmo finite per acquistare un ingrediente in quantità industriale e per smaltirlo siete costrette ad ingegnarvi in un tour gastronomico senza precedenti, in cui tale esubero debba essere cucinato in tutti i modi possibili ed immaginabili? Ecco, è proprio questo il caso! Anzi, lo chiamerei lo strano caso delle barbabietole! Rape rosse a gogò per circa una settimana, quindi aspettatevi una serie di ricette a base di questo ortaggio, perchè vi ossessionerò! In tutta onestà però, non è stato così sacrificante come temevo, anzi! I piatti che si sono susseguiti sono stati largamente accolti ed apprezzati con un consenso direi quasi disarmante, ma tra tutti, questa è sicuramente la ricetta che più abbiamo amato, per la dolcezza si dell'ingrediente base - comune a tutte le preparazioni - ma soprattutto per la delicatezza e la sofficità dei canederli che hanno vinto su tutto il resto! Vi giuro, si scioglievano in bocca! Lo so, non è una ricetta easy come quelle che propongo di solito, ma la fatica di qualche passaggio ai fornelli sarà ricompensata di certo al momento dell'assaggio e il successo sarà assicurato, non solo perchè i canederli rappresentano una #ricettaregionale - del Trentino per l'esattezza (anche se un po' rivisitata) - ma soprattutto per la loro versatilità, sia come secondo piatto che come coreografico e allegro #antipasto #fingerfood. In più, se avete del pane raffermo, potrà essere impiegato nella ricetta e non butterete nulla! Insomma, semplici, gustosi ed economici, facili e divertenti da impastare tra le mani...ve ne innamorerete!

Tutte le ricette "vegetariane" sono in assenza di carne e/o di pesce (N.B. potrebbe essere previsto l'impiego di altri alimenti a base di proteine animali, come uova e formaggi).

Lo sapevate che la barbabietola rossa è alimento che ha un apporto calorico davvero molto basso? Viene perciò spesso indicata nelle diete dimagranti con benefici che vanno al di là di questa semplice funzione. Ad esempio, vanno elencate primariamente le sue proprietà antitumorali, descritte in diversi studi condotti nel corso degli anni. Sembra proprio che questa radice sia in grado di rallentare la crescita e lo sviluppo delle cellule tumorali e in particolare avrebbe benefici in caso di cancro al colon, alla mammella e alla prostata. Inoltre, essendo che questa radice contiene saponine, le quali sono in grado di facilitare l’eliminazione dei grassi da parte dell’organismo, la barbabietola sia annoverata anche per le sue proprietà depurative e dimagranti. Questa radice è ben nota anche come coadiuvante del sistema cardiocircolatorio, poichè contiene un quantitativo di acido folico che, in sinergia con la betaina, è in grado di rinforzare i vasi capillari. La presenza di vitamine, zuccheri e sali minerali rendono il suo succo particolarmente indicato per chi fa sport, come fonte di energia e per supportare il potenziamento dei muscoli. Inoltre alla barbabietola si attribuiscono proprietà mineralizzanti, antisettiche, ricostituenti, aiuta l’organismo a combattere le infezioni, aiuta la digestione e protegge la mucosa gastrica.

Ingredienti per c.a 25 canederli:

  • 200 gr. di barbabietole (o rape rosse)

  • 250 gr. di mollica di pane raffermo (senza crosta)

  • 1 uovo

  • 100 ml di latte

  • 1,5 lt. di brodo vegetale

  • farina (q.b.)

  • 50 gr. di parmigiano grattugiato

  • 50 gr. di pan grattato

  • 3 fette di emmenthal

  • erbe aromatiche: prezzemolo, menta e rosmarino ​

  • olio evo

  • sale e pepe

Procedimento:

Iniziate preparando l'impasto. Lavate e pelate le barbabietole usando dei guanti in lattice per evitare di macchiarvi. Sbollentatele per 8'/10' in acqua leggermente salata e sgocciolatele. Tagliatele a tocchetti e disponetele in un mixer con abbondanti foglie di menta, rosmarino, qualche cucchiaio di brodo di cottura, una presa di sale e una macinata di pepe (fig. 1).

Frullate a più riprese fino a tritarle del tutto (fig. 2).

Aggiungete quindi l'uovo, poco sale, la mollica di pane raffermo precedentemente ammorbidita nel latte e ben strizzata, una manciata di foglie di prezzemolo e il parmigiano grattugiato (fig. 3).

Frullate per bene e fate riposare il composto per 30'. Trasferitelo in una ciotola e incorporate il pan grattato e continuate ad impastare con le mani (fig. 4).

Dovrete ottenere un impasto morbido ma denso, se fosse ancora troppo liquido aggiungete altro pan grattato (fig. 5).

Con le mani leggermente umide, formate tante piccole palline delle dimensioni poco più grandi di una noce (fig. 6).

Passatele delicatamente nella farina e tenetele da parte (fig. 7).

Riempite una pentola con abbondante brodo vegetale e portalo a ebollizione. Abbassate la fiamma e tuffate i canederli pochi alla volta (massimo 5) e cuoceteli per 10' a fiamma non troppo alta, per evitare che si rompano durante la cottura. Sgocciolateli man mano con una schiumarola e trasferiteli in una pirofila rivestita di carta da forno (fig. 8).

Guarnite con quadratini di emmenthal in superfice, quindi irrorateli con un giro di olio e fate gratinare in forno per circa 15'/20' (fig. 9).

Servite i canederli su un letto di insalata o come stuzzichini finger food accompagnandoli a qualche salsa a base di yogurt. E voilà...i vostri canederli alla barbabietola sono pronti per essere gustati!

Buon Appetito dalla cucina di Fefe'!

Vi è piaciuta questa ricetta? Scrivetemi le vostre impressioni; aggiungete un like e mi raccomando, non dimenticate di condividerla! Seguitemi anche sulla mia pagina Facebook e su Instagram! E da oggi anche sul mio canale YouTube! Grazie!!!

#canederliallabarbabietola #canederlisalati #ricettaregionale #antipastosfizioso #antipastovegetariano #secondopiattovegetariano #ricettaconbarbabietola #cucinarefacile #lacucinadiFeFè

© 2017 by LaCucinaDiFeFè-CucinareFacile       -       Web Designer: GraphicRealTime Comunicazione Visiva       -       TUTTI I DIRITTI RISERVATI