• Federica Ferrata

PIZZA CON SALSA DI POMODORINI GIALLI, FUNGHI PLEUROTUS E OLIVE

Era da tempo che non mi dedicavo a preparare la pizza. Fino a un anno fa, cascasse il mondo, il giovedì mi dilettavo a realizzare l’impasto e a lasciare che questo lievitasse a regola d’arte per portare a fine giornata un buon risultato finale, che ovviamente variavo tutte le volte. Poi, per tutta una serie di motivazioni che non sto qui a spiegarvi per non tediarvi troppo, ho abbandonato questa sana e buona abitudine. Oggi, finalmente ho potuto rimettere le mani in pasta e devo dire che la cena è stata la nota più positiva di tutta un’intera settimana! Non c’è prezzo di fronte al piacere di realizzare a casa ciò che spesso per necessità, pigrizia o comodità, consumiamo fuori. Il più delle volte non conosciamo neanche bene gli ingredienti di ciò che mangiamo, mentre l’home made è una sicurezza assoluta! Spesso alterno l’impasto della pizza classica con quello che prepara spesso mia madre, con l’aggiunta delle patate, che vi dico, è spettacolare, e di cui presto posterò la ricetta! Il condimento di questa pizza poi è stata un’ispirazione del momento, ma senza voler esagerare, mi faccio i complimenti da sola, perchè era eccezionale: questa salsa di pomodorini gialli abbinati ai funghi pleurotus grigliati e conditi semplicemente con un filo di olio e tanto origano è da leccarsi letteralmente i baffi!!! C’è solo da rimanere in religioso silenzio e gustare! Buon Appetito a tutti!

Ingredienti per l'impasto:

  • 500 gr. di Farina tipo 0 o Manitoba

  • 250 ml. di Acqua tiepida

  • 25 gr. di Lievito di birra fresco

  • 4 cucchiai di Olio evo

  • 1 cucchiaino di Zucchero

  • 1 cucchiaino di Sale

Ingredienti per il condimento:

  • 350 gr. di Funghi Pleurotus

  • 320 gr. di Salsa di pomodori gialli

  • 150 gr. di Emmenthal a fette

  • 6 Olive nere

  • 50 gr. di Emmenthal a fette

  • Origano q.b.

  • olio evo q.b.

  • Sale

Procedimento:

Riscaldate l’acqua in un pentolino, facendo attenzione a non farla bollire. Mi raccomando: deve essere tiepida, non calda. Versatene un po’ in un bicchiere (circa metà bicchiere) e scioglietevi all’interno il cubetto di lievito fresco con lo zucchero mescolando bene fin quando non sarà del tutto sbriciolato e disciolto. A questo punto, versate tutta la farina in una capiente insalatiera e create una fontana. Versate tutto l’olio ai bordi, mentre al centro l’acqua con il lievito sciolto (fig. 1).

Amalgamate il tutto con un mestolo di legno, quindi unite l’acqua rimanente poco a poco. Vi regolerete così se ne occorrerà un po’ di più di 250 ml o meno (fig. 2).

Iniziate ad impastare a mano. Solo a metà di questa lavorazione – quando l’impasto avrà preso una certa consistenza – aggiungerete anche il sale. Non fatelo prima mi raccomando, poichè il lievito a contatto con il sale comprometterebbe la lievitazione. Lavorate dunque l’impasto per almeno 15′ (le mani devono essere calde) fin quando non otterrete un panetto omogeneo ed elastico (fig. 3).

Sbattetelo con energia sul piano di lavoro per un paio di volte e procedete a riposizionarlo nel contenitore di lavorazione precedentemente oliato per poi coprirlo con la pellicola per alimenti affinchè si crei il calore giusto per la lievitazione (fig. 4). 

Disponete il contenitore nel forno spento per almeno 3 h o comunque fin quando il panetto non avrà raddoppiato il suo volume (fig. 5).

Una volta trascorso questo tempo, togliete la pellicola e dividete il panetto in due con l’aiuto di un tarocco (fig. 6).

Potrete stenderli direttamente nelle teglie – precedentemente unte e rivestite con carta da forno – pigiando leggermente con i polpastrelli per allargare piano piano l’impasto e farlo aderire alla vostra teglia, oppure spianando con il mattarello sul piano di lavoro infarinato per ottenere dei dischi sottili o secondo il vostro gusto (fig. 7).

Le 2 basi stese, infine, prima di andare in forno, dovranno essere ricoperte con un canovaccio pulito per altri 30′ per una seconda lievitazione. Quindi, preriscaldate il forno a 220°C e iniziate a ricoprire le basi con della salsa di pomodori gialli (fig. 8).

Abbassate la temperatura a 200°C e infornate per 25′ circa. I tempi di cottura variano da forno a forno, quindi vi consiglio di controllare sempre la vostra pizza. A metà cottura, aggiungete le olive denocciolate, i funghi precedentemente grigliati in una comune bistecchiera ben rovente e conditi con olio, sale e origano. Qualche minuto prima di sfornarla, aggiungete anche l’emmenthal a fette e lasciatelo sciogliere in forno. E voilà…la vostra pizza con salsa di pomodori gialli, funghi pleurotus e olive è pronta per essere gustata!

Buon Appetito dalla cucina di Fefè!


7 visualizzazioni

© 2017 by LaCucinaDiFeFè-CucinareFacile       -       Web Designer: GraphicRealTime Comunicazione Visiva       -       TUTTI I DIRITTI RISERVATI